Aosta, la “piccola Roma” del nord Italia

Aosta fu costruita nell’anno -25 dC, e fu allora chiamata Augusta Pretoria. Sede di un meraviglioso teatro romano, all’interno dei famosi bastioni, noti per essere stati allineati con il sol levante nel giorno della nascita dell’imperatore Ottaviano Augusto.

Ai piedi della Becca di Nona, Aosta, bella e tranquilla cittadina che conserva notevoli tracce del suo affascinante passato, offre molte esperienze. Accogliente e festosa, offre ai suoi turisti grande ricchezza in quasi tutti i periodi dell’anno, sia grazie alle sue tradizioni e al suo contributo culturale, sia alle attività che mette in atto per attirare i visitatori. Questo capoluogo mostra i segni storici di tutte le epoche che ha attraversato passeggiando lungo il Decumano, divenuto la via pedonale del centro cittadino.

Aosta è anche un punto strategico alla scoperta della Valle d’Aosta. Così, lo sportivo, come il buon gastronomo, o il turista culturale, troverà il suo account per esplorare i recessi di questa magnifica valle.

Ci troviamo qui alle porte del Parco Nazionale del Gran Paradiso, del massiccio del Monte Bianco, importanti vigneti del nord Italia e innumerevoli castelli risalenti per lo più al medioevo.

Come arrivare ad Aosta – Google Maps

Valle d’Aosta (IT)

Nell’estremo nord-ovest d’Italia, confinante con Francia e Svizzera, è la Valle d’Aosta, un misto di montagne affascinanti e valli ancora selvagge. Meta imprescindibile dell’alpinismo sin dalle sue origini, il versante sud del Monte-Bianco ha di che deliziare anche i “meno alpinisti”, con innumerevoli possibilità di passeggiate, mountain bike o sci, oltre a comprensori sciistici su pista e fuoripista tra i più rinomato in Europa. Anche il suo patrimonio culturale non è marginale, grazie ai suoi numerosi resti e castelli di epoca romana e medievale.

Aosta, Courmayeur e Cogne sono inevitabilmente le mete più frequentate della Valle. Troverai pietra ovunque: sui tetti, sulle facciate, nei vicoli… E naturalmente, per non deludere la reputazione dell’Italia, potrai gustare sfiziosi aperitivi guarniti e piatti tipici con la sapienza – fai che sappiamo di i nostri vicini tricolore. Il suo accesso stradale è facile dalla Svizzera e dalla Francia, grazie ai tunnel del Monte Bianco e del Gran San Bernardo e al Col du Petit St-Bernard. Inoltre si possono raggiungere velocemente vari aeroporti internazionali, tra cui Torino, Milano e Ginevra.